Ciaccona e dintorni

27 Agosto

Ore 21,00 Villa Confalonieri, Merate
Ingresso Libero

Ciaccona e dintorni

Yoko Morimyo, violino
Davide Muccioli, pianoforte 

Musiche di Bach, Rachmaninov, Debussy

Programma

Johann Sebastian Bach (1685 – 1750) 
Ciaccona, Partita n. 2 in re minore per violino solo, BWV 1004
 
Sergej Rachmaninov (1873 – 1943)
Sonata per pianoforte n. 2 in si bemolle minore, op. 36
 
Claude Debussy (1862 – 1918)
Sonata n. 3 in sol minore per violino e pianoforte, L 148

La Ciaccona è l’ultimo movimento della Partita n.2 in Re Minore per violino solo di Johan Sebastian Bach. In una pagina densa di virtuosismo, Bach esplora una delle forme più interessanti e delicate dell’intera storia della musica. Il tema iniziale viene variato con rigore matematico per costruire un intenso e vibrante viaggio musicale. Il violino, strumento eletto da Bach per l’esecuzione di questo capolavoro, viene sfruttato ai limiti delle possibilità all’epoca note. Composta nel 1720, la Ciaccona è una pietra miliare del repertorio non solo violinistico ma, grazie alle celebri trascrizioni di Busoni e di Brahms, anche del repertorio pianistico.

S’è vero che l’arte risulta dal conseguimento di una perfetta compenetrazione reciproca di limiti e di libertà, se è vero che, in essa, con grande forza «morale» e con puntiglio si debbono rispettare certi obblighi ma che con non minori forza e puntiglio s’ha da mettere in moto la fantasia inventiva per tramutare quegli obblighi e quei limiti in elementi costruttivi e in fattori di ordine, di equilibrio, di armonia, s’è vero questo, la Ciaccona di Bach per violino solo costituisce di tale estetico concetto una esemplare incarnazione.
Giorgio Graziosi

Torna su